Segreti della cucina genovese: la ricetta della nonna per la cima alla genovese

Segreti della cucina genovese: la ricetta della nonna per la cima alla genovese

La cucina genovese è conosciuta per i suoi piatti gustosi e ricchi di tradizione. Uno dei piatti più famosi è la cima alla genovese, un delizioso involtino di carne ripieno di verdure e aromi. Questa ricetta è stata tramandata di generazione in generazione, passando dai nonni alle mamme e poi alle nuove generazioni.

La cima alla genovese richiede un po' di tempo e pazienza, ma il risultato finale è assolutamente gratificante. Il segreto per una cima perfetta sta nell'utilizzare ingredienti freschi e di alta qualità, come carni morbide e verdure aromatiche.

Per preparare la cima alla genovese, segui il video tutorial qui sotto:

La ricetta della nonna per la cima alla genovese

La cima alla genovese è un piatto tradizionale della cucina ligure, particolarmente diffuso nella città di Genova e nelle zone circostanti. Questa prelibatezza culinaria è amata da molti per il suo sapore unico e per la sua ricetta che ha radici antiche.

La ricetta della cima alla genovese è stata tramandata di generazione in generazione, proprio come un tesoro di famiglia. È una preparazione che richiede tempo e pazienza, ma il risultato finale è sicuramente gratificante.

Per preparare la cima alla genovese, avrai bisogno di alcuni ingredienti di base, tra cui carne di vitello, cipolle, carote, sedano, prezzemolo, vino bianco secco e olio d'oliva extravergine. Questi ingredienti conferiscono al piatto un sapore ricco e delizioso.

La prima cosa da fare è preparare la carne di vitello. Tagliala a fette sottili e battile leggermente con un batticarne per renderla più tenera. Poi, in una pentola capiente, versa un po' di olio d'oliva e fai rosolare la carne da entrambi i lati fino a quando non diventa dorata.

Nel frattempo, prepara le verdure. Sbuccia le cipolle, le carote e il sedano e tagliale a dadini. Trita anche il prezzemolo finemente. Una volta che la carne si è rosolata, aggiungi le verdure nella pentola e falle soffriggere insieme per qualche minuto.

Successivamente, sfuma con il vino bianco secco. Lascia che l'alcol evapori completamente e poi aggiungi acqua calda fino a coprire completamente la carne e le verdure. Aggiungi anche un pizzico di sale e pepe per insaporire il tutto.

Copri la pentola con un coperchio e lascia cuocere a fuoco basso per almeno 4 ore. Durante la cottura, verifica di tanto in tanto se la cima alla genovese ha ancora abbastanza liquido. Se necessario, aggiungi un po' di acqua calda per evitare che si asciughi troppo.

Una volta che la cima alla genovese è completamente cotta, puoi toglierla dal fuoco e lasciarla raffreddare leggermente. A questo punto, puoi tagliarla a fette sottili e servirla con il suo sugo di cottura.

La cima alla genovese è un piatto molto versatile che può essere accompagnato con contorni come patate bollite o purè di patate. È anche deliziosa servita con polenta o crostini di pane tostato.

Questa ricetta tradizionale è davvero speciale perché richiede un'attenta preparazione e un lungo tempo di cottura. Ma il risultato finale vale sicuramente la pena. La cima alla genovese è un piatto che porterà i sapori della cucina ligure direttamente sulla tua tavola.

Quindi, la prossima volta che hai voglia di provare qualcosa di nuovo e gustoso, perché non provi a preparare la cima alla genovese secondo la ricetta della nonna? Sono sicuro che ti innamorerai di questo piatto tradizionale e lo preparerai spesso per la tua famiglia e i tuoi amici.

Cima alla genovese

Segreti della cucina genovese: la ricetta della nonna per la cima alla genovese

La cucina genovese è piena di delizie e la cima alla genovese è sicuramente una delle più amate. Questo piatto tradizionale ha radici antiche e richiede una preparazione paziente e attenta.

La ricetta della nonna per la cima alla genovese è un vero tesoro da scoprire. Gli ingredienti principali sono la carne di vitello, il prezzemolo, l'aglio e le cipolle. La cottura lenta e a fuoco basso è fondamentale per ottenere una carne morbida e saporita.

Questa pietanza è perfetta per le occasioni speciali o semplicemente per un pranzo domenicale in famiglia. Provala e lasciati conquistare dai sapori autentici della cucina genovese!

  1. Giorgia ha detto:

    Ma secondo te, la cima alla genovese va servita calda o fredda? 🤔

  2. Lorenzo Fanucci ha detto:

    Ma la cima alla genovese con o senza pinoli? Che confusione! 🤔🍲

  3. Giovanny Sepulcri ha detto:

    Con pinoli, sempre! La cima genovese tradizionale è con i pinoli, non cè confusione su questo. È un must per il sapore autentico. Prova e vedrai la differenza! 🌿🍲 #TeamPinoli #CimaGenoveseTradizionale

  4. Palmina Fusco ha detto:

    Ma la cima alla genovese è meglio con o senza patate? 🤔🍲

  5. Giulio ha detto:

    Mmh, ma la cima alla genovese con patate e carne. troppo gustosa o no? 🤔

  6. Flavio ha detto:

    Ma la cima alla genovese con patate è davvero tradizionale? Io preferisco senza! 🥔🚫

  7. Francesco Bellini ha detto:

    Ma la cima alla genovese col naso? Suona strano, ma potrebbe essere una novità interessante!

  8. Ilenia Scaletta ha detto:

    Ma la cima alla genovese con o senza pinoli? Qual è meglio? 🤔🍲

  9. Cipriana Zetticci ha detto:

    Con i pinoli, sempre! Danno quel tocco croccante e saporito che completa il piatto. Chi non ama un po di contrasto nei sapori? Prova e vedrai, non tornerai mai più indietro senza i pinoli! 😋👌🌰

  10. Loreta La Rocca ha detto:

    Ma la cima alla genovese con o senza pinoli? Che confusione!🤔🍲

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go up

Utilizziamo cookie propri e di terze parti per migliorare la fruibilità della navigazione e raccogliere informazioni. I cookie non vengono utilizzati per raccogliere informazioni personali. Se accettate questa funzione, verranno installati solo i cookie non indispensabili per la navigazione. Ulteriori informazioni